Ers
Ats
Esmr
Tumore polmone

Periostina sierica nella malattia ostruttiva delle vie aeree


La periostina sierica è un potenziale biomarcatore di risposta alle terapie che hanno come target l'infiammazione di tipo 2 nell’asma.
Gli obiettivi di questo studio erano quelli di descrivere: 1) la distribuzione dei livelli sierici di periostina negli adulti con sindrome di ostruzione delle vie aeree; 2) il rapporto con le altre variabili, tra cui biomarcatori di tipo 2; 3) l'effetto dei corticosteroidi per via inalatoria ( ICS ) sui livelli di periostina.

I livelli di periostina nel siero sono stati misurati in uno studio trasversale che ha esaminato fenotipi e biomarcatori in 386 pazienti di età compresa tra 18 e 75 anni che presentavano respiro sibilante e dispnea negli ultimi 12 mesi.
In 49 pazienti, naive ai corticosteroidi per via inalatoria, i livelli di periostina sono stati misurati dopo 12 settimane di Budesonide ( 800 mcg x giorno-1 ).

La distribuzione dei livelli sierici di periostina era inclinata verso destra ( media 57.3 ng x ml-1, mediana 54.0 ng x ml-1 ).

La periostina era positivamente associata all’ossido nitrico esalato ( rho di Spearman=0.22, P minore di 0.001 ), con la conta degli eosinofili nel sangue ( rho di Spearman=0.21, P minore di 0.001 ), e le IgE totali ( rho di Spearman=0.14, P=0.007 ).

Lo stimatore Hodges-Lehmann di variazione del livello di periostina dopo la terapia con corticosteroidi per via inalatoria era pari a -4.8 ng x ml-1 ( P minore di 0.001 ).

Questi risultati forniscono dati sulla distribuzione della periostina nel siero degli adulti con sindrome di ostruzione delle vie aeree, le deboli associazioni tra periostina e altri marcatori di tipo 2, e la riduzione della periostina con la terapia con corticosteroidi per via inalatoria. ( Xagena2016 )

Fingleton J et al, Eur Resp J 2016; 47: 1383-1391

Xagena_Pneumologia_2016



Indietro

Headlines

Un gruppo di ricercatori ha scoperto come l’utilizzo di una particolare forma di radioterapia impiegata per la cura dei tumori del polmone in stadio iniziale, la radioterapia stereotassica, possa esse ...


Sono stati presentati i dati clinici e di sicurezza di Osimertinib ( Tagrisso ) per il trattamento dei pazienti con malattia leptomeningea, una complicanza del tumore al polmone non-a-piccole cellule ...


La Commissione Europea ( CE ) ha autorizzato la commercializzazione di Giotrif ( Afatinib ) come terapia per i pazienti con carcinoma del polmone a cellule squamose ( SqCC ) avanzato e in progressione ...


In occasione dell’European Lung Cancer Conference ( ELCC ) 2016 sono stati presentati i nuovi dati di fase I con un follow-up più lungo, relativi a Osimertinib ( Tagrisso ) nei pazienti con tumore al ...


Un nuovo studio ha mostrato che i livelli degli eosinofili, una categoria di globuli bianchi del sangue, permettono di identificare i pazienti con BPCO ( broncopneumopatia cronica ostruttiva ) che pos ...


La Commissione Europea ( CE ) ha approvato Ofev ( Nintedanib ) per il trattamento della fibrosi polmonare idiopatica ( FPI ). L’approvazione si basa sui risultati degli studi gemelli di fase III INPUL ...