Ats
Tumore polmone
Esmr
Ers

Ipertensione arteriosa polmonare: Bosentan e Sildenafil, uso della terapia di combinazione sequenziale nei pazienti che non rispondono alla monoterapia


L’ipertensione arteriosa polmonare è una grave malattia con una patogenesi complessa, e la terapia di combinazione è un'opzione attraente.

E’ stato valutato l'impatto della terapia di combinazione sequenziale sulle risposte nel breve periodo e sugli esiti a lungo termine nel mondo reale.

I pazienti con ipertensione arteriosa polmonare idiopatica o ereditaria, o ipertensione arteriosa polmonare associata a malattia cardiaca congenita o malattia del tessuto connettivo e che non hanno incontrato gli obiettivi di trattamento con l’impiego delle monoterapie di prima linea Bosentan ( Tracleer ) o Sildenafil ( Revatio ), sono stati trattati con la combinazione Sildenafil e Bosentan e valutati dopo 3-4 mesi.

La terapia a doppia combinazione ha migliorato significativamente i parametri clinici ed emodinamici, indipendentemente dalla eziologia o dall'ordine di somministrazione del farmaco.

Miglioramenti significativi nella classe funzionale sono stati osservati nei pazienti con ipertensione arteriosa polmonare idiopatica o ereditaria.

Le stime di sopravvivenza globale a 1, 3 e 5 anni sono state, rispettivamente, pari a 91%, 69% e 59%.

I pazienti con ipertensione arteriosa polmonare associata a malattia del tessuto connettivo hanno presentato più bassi tassi di sopravvivenza significativamente rispetto ad altre eziologie ( p inferiore a 0.003 ).

I risultati emodinamici favorevoli a breve termine e i buoni tassi di sopravvivenza, osservati nei pazienti trattati con l’associazione Bosentan e Sildenafil, sono a sostegno dell'uso della terapia di combinazione sequenziale nei pazienti che non rispondono alla monoterapia in un contesto di mondo reale. ( Xagena )

Dardi F et al, Eur Respir J 2015; 46: 414-421

XagenaMedicina2015



Indietro

Headlines

Un gruppo di ricercatori ha scoperto come l’utilizzo di una particolare forma di radioterapia impiegata per la cura dei tumori del polmone in stadio iniziale, la radioterapia stereotassica, possa esse ...


Sono stati presentati i dati clinici e di sicurezza di Osimertinib ( Tagrisso ) per il trattamento dei pazienti con malattia leptomeningea, una complicanza del tumore al polmone non-a-piccole cellule ...


La Commissione Europea ( CE ) ha autorizzato la commercializzazione di Giotrif ( Afatinib ) come terapia per i pazienti con carcinoma del polmone a cellule squamose ( SqCC ) avanzato e in progressione ...


In occasione dell’European Lung Cancer Conference ( ELCC ) 2016 sono stati presentati i nuovi dati di fase I con un follow-up più lungo, relativi a Osimertinib ( Tagrisso ) nei pazienti con tumore al ...


Un nuovo studio ha mostrato che i livelli degli eosinofili, una categoria di globuli bianchi del sangue, permettono di identificare i pazienti con BPCO ( broncopneumopatia cronica ostruttiva ) che pos ...


La Commissione Europea ( CE ) ha approvato Ofev ( Nintedanib ) per il trattamento della fibrosi polmonare idiopatica ( FPI ). L’approvazione si basa sui risultati degli studi gemelli di fase III INPUL ...