Ers
Ats
OncoPneumologia
Tumore polmone

Comorbilità ed elevati livelli di IL-6 sono associati a esito negativo nell’asma ad insorgenza nell'età adulta


L'effetto della infiammazione sistemica e comorbidità sul trattamento ed esito dell’asma ad insorgenza nell'età adulta rimane sconosciuto ed è stato l’obiettivo di questo studio.

Come parte del Seinäjoki Adult Asthma Study ( SAAS ) con 12 anni di follow-up, l'interleuchina-6 (IL-6 ), la proteina C-reattiva ad alta sensibilità ( hsCRP ) e la funzione polmonare sono state misurate, e sono state raccolte informazioni cliniche sulla comorbilità e sui farmaci di 170 pazienti con asma ad insorgenza nell'età adulta senza malattia polmonare ostruttiva cronica ( BPCO ).

Alla visita di follow-up, il 54% dei pazienti aveva infiammazione sistemica come indicato da elevati livelli di IL-6 o hs-CRP, il 58% aveva almeno una comorbilità e il 30% almeno due malattie concomitanti ( diverse dall’asma correlata ).

I pazienti con infiammazione sistemica sono stati trattati con una maggiore dose di corticosteroidi per via inalatoria ( ICS ) e avevano una più ridotta funzione polmonare e più alti neutrofili nel sangue, rispetto ai pazienti senza infiammazione sistemica.

I pazienti che avevano due o più comorbidità avevano un più basso punteggio all’Asthma Control Test, e questa associazione è rimasta significativa nell'analisi aggiustata.

I pazienti con sia infiammazione sistemica sia co-morbilità hanno mostrato meno favorevoli esiti dell’asma.

Nell'analisi di regressione multivariata, alte dosi di corticosteroidi per via inalatoria sono state previste da elevati livelli di IL-6, neutrofili ed eosinofili nel sangue, e più bassa funzionalità polmonare al basale e al follow-up.

Complessivamente, nei pazienti con asma ad insorgenza nell'età adulta, elevati livelli di interleuchina-6 sono risultati associati all'uso di alte dosi di corticosteroidi per via inalatoria, mentre la multi-morbilità è risultata correlata a peggiori sintomi d’asma. ( Xagena2016 )

Ilmarinen P et al, Eur Resp J 2016; 48: 1052-1062

Xagena_Pneumologia_2016



Indietro

Headlines

Un gruppo di ricercatori ha scoperto come l’utilizzo di una particolare forma di radioterapia impiegata per la cura dei tumori del polmone in stadio iniziale, la radioterapia stereotassica, possa esse ...


Sono stati presentati i dati clinici e di sicurezza di Osimertinib ( Tagrisso ) per il trattamento dei pazienti con malattia leptomeningea, una complicanza del tumore al polmone non-a-piccole cellule ...


La Commissione Europea ( CE ) ha autorizzato la commercializzazione di Giotrif ( Afatinib ) come terapia per i pazienti con carcinoma del polmone a cellule squamose ( SqCC ) avanzato e in progressione ...


In occasione dell’European Lung Cancer Conference ( ELCC ) 2016 sono stati presentati i nuovi dati di fase I con un follow-up più lungo, relativi a Osimertinib ( Tagrisso ) nei pazienti con tumore al ...


Un nuovo studio ha mostrato che i livelli degli eosinofili, una categoria di globuli bianchi del sangue, permettono di identificare i pazienti con BPCO ( broncopneumopatia cronica ostruttiva ) che pos ...


La Commissione Europea ( CE ) ha approvato Ofev ( Nintedanib ) per il trattamento della fibrosi polmonare idiopatica ( FPI ). L’approvazione si basa sui risultati degli studi gemelli di fase III INPUL ...