Ats
Tumore polmone
Esmr
Ers

Broncopneumopatia cronica ostruttiva associata a riduzione del volume della materia cerebrale


I pazienti che soffrono di broncopneumopatia cronica ostruttiva ( BPCO ) presentano una diminuzione del volume della materia grigia nella corteccia cingolata anteriore, media e posteriore, nell’ippocampo e nell’amigdala, in assenza di degenerazione corticale generalizzata.

E’ stata compiuta da parte dei ricercatori dell’University Medical Center Hamburg-Eppendorf, in Germania, una analisi morfometrica basata sui voxel di risonanza magnetica per misurare le differenze nella degenerazione della corteccia e della materia grigia regionale in 30 pazienti affetti da BPCO in forma moderata-grave e in 30 controlli sani abbinati.

L’obiettivo dello studio era quello di indagare i cambiamenti strutturali del cervello nei pazienti con BPCO e la loro relazione con la durata della malattia, il timore di insorgenza di dispnea e di attività fisica.

I pazienti con broncopneumopatia cronica ostruttiva avevano più bassi valori percentuali predetti di volume espiratorio forzato in 1 secondo ( FEV1 ) ( 49.7 ) e di capacità vitale forzata ( 95.7 ) rispetto ai pazienti senza BPCO ( 121.5, 125.8; P inferiore a 0.001 per entrambi ).

I pazienti con BPCO avevano anche una valutazione più elevata del senso di paura ( 5.8 vs 2.2, P inferiore a 0.001 ) e dispnea ( 3.2 vs 1.1, P inferiore a 0.001 ) rispetto ai controlli, secondo i risultati del questionario CAF ( COPD Anxiety Questionnaire ).

E’emerso che il volume della materia grigia nei pazienti con BPCO, rispetto ai controlli, era diminuito nella corteccia cingolata posteriore ( P=0.315 ).

È stata anche riscontrata una riduzione del volume di materia grigia nella corteccia cingolata media ( P=0.12 ), corteccia cingolata anteriore ( P=0.042 ), ippocampo ( P=0.021 ) e amigdala ( P=0.037 ).

La relazione tra la durata della malattia e la riduzione della materia grigia nella corteccia cingolata anteriore è apparsa essere mediata dalla paura dell’attività fisica. ( Xagena )

Fonte: Chest, 2015

Xagena_Medicina_2015



Indietro

Headlines

Un gruppo di ricercatori ha scoperto come l’utilizzo di una particolare forma di radioterapia impiegata per la cura dei tumori del polmone in stadio iniziale, la radioterapia stereotassica, possa esse ...


Sono stati presentati i dati clinici e di sicurezza di Osimertinib ( Tagrisso ) per il trattamento dei pazienti con malattia leptomeningea, una complicanza del tumore al polmone non-a-piccole cellule ...


La Commissione Europea ( CE ) ha autorizzato la commercializzazione di Giotrif ( Afatinib ) come terapia per i pazienti con carcinoma del polmone a cellule squamose ( SqCC ) avanzato e in progressione ...


In occasione dell’European Lung Cancer Conference ( ELCC ) 2016 sono stati presentati i nuovi dati di fase I con un follow-up più lungo, relativi a Osimertinib ( Tagrisso ) nei pazienti con tumore al ...


Un nuovo studio ha mostrato che i livelli degli eosinofili, una categoria di globuli bianchi del sangue, permettono di identificare i pazienti con BPCO ( broncopneumopatia cronica ostruttiva ) che pos ...


La Commissione Europea ( CE ) ha approvato Ofev ( Nintedanib ) per il trattamento della fibrosi polmonare idiopatica ( FPI ). L’approvazione si basa sui risultati degli studi gemelli di fase III INPUL ...