Alleanza Mediterranea Oncologica in Rete
Ers
Tumore polmone
Esmr

Ipertensione arteriosa polmonare: l'aggiunta di Bosentan non è superiore al Sildenafil da solo nel ritardare il tempo al primo evento di morbilità / mortalità


E’ stata studiata la sicurezza e l'efficacia dell'aggiunta di Bosentan ( Tracleer ) al Sildenafil ( Revatio ) nei pazienti con ipertensione arteriosa polmonare ( PAH ).

In questo studio, in doppio cieco, prospettico, guidato dagli eventi, i pazienti sintomatici con ipertensione arteriosa polmonare in trattamento con Sildenafil ( dosaggio maggiore o uguale a 20 mg tre volte al giorno ) per un periodo superiore o uguale a 3 mesi sono stati randomizzati in un rapporto 1:1 a placebo o a Bosentan ( 125 mg due volte al giorno ).

L'end-point primario composito era il tempo al primo evento di morbilità / mortalità, definita come la mortalità per qualsiasi causa, ospedalizzazione per peggioramento della ipertensione arteriosa polmonare o inizio del prostanoide per via endovenosa, settostomia atriale, trapianto di polmone o peggioramento della ipertensione arteriosa polmonare.
Gli endpoint esplorativi o gli end-point secondari comprendevano variazione di 6 minuti della distanza percorsa a piedi e classe funzionale WHO a 16 settimane, cambiamento dei livelli di frammento N-terminale del pro-peptide natriuretico cerebrale ( NT-proBNP ) nel corso del tempo, e per tutte le cause di morte.

Complessivamente, 334 pazienti con ipertensione arteriosa polmonare sono stati randomizzati a placebo ( n=175 ) o a Bosentan ( n=159 ).

Un evento dell’end-point primario si è verificato nel 51.4% dei pazienti randomizzati a placebo e nel 42.8% dei pazienti assegnati a Bosentan ( hazard ratio, HR=0.83, 97.31% CI 0,58-1,19; p=0.2508 ).

La differenza media tra i trattamenti al test della distanza percorsa in 6 minuti a piedi a 16 settimane è stata pari a +21.8 m ( 95% CI 5.9-37.8; p = 0.0106 ).

Fatta eccezione per NT-proBNP, nessuna differenza è stata osservata per qualsiasi altro end-point.

Il profilo di sicurezza di Bosentan aggiunto al Sildenafil è risultato in linea con il profilo di sicurezza noto di Bosentan.

Nello studio COMPASS-2, l'aggiunta di Bosentan alla terapia stabile di Sildenafil non è risultata superiore a Sildenafil in monoterapia nel ritardare il tempo per il primo evento di morbilità / mortalità. ( Xagena )

McLaughlin V et al, Eur Respir J 2015; 46: 414-421

Xagena_Medicina_2015



Indietro

Headlines

Un gruppo di ricercatori ha scoperto come l’utilizzo di una particolare forma di radioterapia impiegata per la cura dei tumori del polmone in stadio iniziale, la radioterapia stereotassica, possa esse ...


Sono stati presentati i dati clinici e di sicurezza di Osimertinib ( Tagrisso ) per il trattamento dei pazienti con malattia leptomeningea, una complicanza del tumore al polmone non-a-piccole cellule ...


La Commissione Europea ( CE ) ha autorizzato la commercializzazione di Giotrif ( Afatinib ) come terapia per i pazienti con carcinoma del polmone a cellule squamose ( SqCC ) avanzato e in progressione ...


In occasione dell’European Lung Cancer Conference ( ELCC ) 2016 sono stati presentati i nuovi dati di fase I con un follow-up più lungo, relativi a Osimertinib ( Tagrisso ) nei pazienti con tumore al ...


Un nuovo studio ha mostrato che i livelli degli eosinofili, una categoria di globuli bianchi del sangue, permettono di identificare i pazienti con BPCO ( broncopneumopatia cronica ostruttiva ) che pos ...


La Commissione Europea ( CE ) ha approvato Ofev ( Nintedanib ) per il trattamento della fibrosi polmonare idiopatica ( FPI ). L’approvazione si basa sui risultati degli studi gemelli di fase III INPUL ...