Alleanza Mediterranea Oncologica in Rete
Esmr
Ers
Tumore polmone

Fibrosi polmonare idiopatica: sicurezza, tollerabilità e uso appropriato di Nintedanib


La fibrosi polmonare idiopatica ( IPF ) è una malattia progressiva caratterizzata da dispnea e perdita della funzione polmonare.

Utilizzando i dati aggregati degli studi INPULSIS, i ricercatori hanno cercato di definire la sicurezza e la tollerabilità di Nintedanib ( Ofev ) 150 mg due volte al giorno nei pazienti con fibrosi polmonare idiopatica, e hanno descritto la gestione degli eventi avversi nel corso di questi studi.

Un totale di 1061 pazienti sono stati trattati ( Nintedanib 638; placebo 423 ).

Più elevate percentuali di pazienti nel gruppo Nintedanib, rispetto al gruppo placebo, hanno presentato una riduzione maggiore o uguale a 1 dose al dosaggio di 100 mg bid ( 27.9% versus 3.8% ), o una interruzione del trattamento ( 23.7% versus 9.9% ).

Gli eventi avversi hanno portato alla sospensione del trattamento nel 19.3% e nel 13.0% dei pazienti, rispettivamente, nel gruppo Nintedanib e nel gruppo placebo.

La diarrea è stato l'evento avverso più frequente, riportato nel 62.4% dei pazienti nel gruppo Nintedanib contro il 18.4% nel gruppo placebo; tuttavia, solo il 4.4% dei pazienti trattati con Nintedanib ha interrotto in modo prematuro il farmaco in studio a causa di diarrea.

Il monitoraggio degli enzimi epatici prima e nel corso del trattamento con Nintedanib ha permesso di gestire gli eventuali innalzamenti dei livelli degli enzimi epatici mediante riduzione del dosaggio o sospensione del trattamento.

In conclusione, Nintedanib ha un profilo di sicurezza e tollerabilità gestibile nei pazienti con fibrosi polmonare idiopatica.
Le raccomandazioni per la gestione degli eventi avversi hanno permesso di minimizzare le interruzioni permanenti del trattamento negli studi INPULSIS. ( Xagena  )

Corte T et al, Respir Res 2015; 16: 116

Xagena_Medicina_2015



Indietro

Headlines

Un gruppo di ricercatori ha scoperto come l’utilizzo di una particolare forma di radioterapia impiegata per la cura dei tumori del polmone in stadio iniziale, la radioterapia stereotassica, possa esse ...


Sono stati presentati i dati clinici e di sicurezza di Osimertinib ( Tagrisso ) per il trattamento dei pazienti con malattia leptomeningea, una complicanza del tumore al polmone non-a-piccole cellule ...


La Commissione Europea ( CE ) ha autorizzato la commercializzazione di Giotrif ( Afatinib ) come terapia per i pazienti con carcinoma del polmone a cellule squamose ( SqCC ) avanzato e in progressione ...


In occasione dell’European Lung Cancer Conference ( ELCC ) 2016 sono stati presentati i nuovi dati di fase I con un follow-up più lungo, relativi a Osimertinib ( Tagrisso ) nei pazienti con tumore al ...


Un nuovo studio ha mostrato che i livelli degli eosinofili, una categoria di globuli bianchi del sangue, permettono di identificare i pazienti con BPCO ( broncopneumopatia cronica ostruttiva ) che pos ...


La Commissione Europea ( CE ) ha approvato Ofev ( Nintedanib ) per il trattamento della fibrosi polmonare idiopatica ( FPI ). L’approvazione si basa sui risultati degli studi gemelli di fase III INPUL ...