Alleanza Mediterranea Oncologica in Rete
Tumore polmone
Esmr
Ers

Delamanid migliora i risultati e riduce la mortalità nella tubercolosi multi-resistente


La tubercolosi multi-resistente ( MDR ) e la tubercolosi ampiamente farmaco-resistente ( XDR ) sono associate a esiti meno favorevoli per i pazienti, tra cui più alta mortalità, rispetto alla tubercolosi farmaco-sensibile.

Delamanid ( Deltyba ) è un nuovo farmaco antitubercolare con dimostrata attività nei confronti della malattia multi-resistente.

Sono stati ammessi a partecipare a uno studio osservazionale di 24 mesi disegnato per verificare i risultati del trattamento con Delamanid, i pazienti che avevano preso parte a un precedente studio clinico, randomizzato e controllato con placebo, e a un successivo studio di estensione, in aperto.

I risultati del trattamento, valutati dai medici e sulla base delle definizioni dell'Organizzazione Mondiale della Sanità ( OMS ), sono stati classificati come favorevoli e sfavorevoli.
I gruppi di trattamento a base di Delamanid sono stati combinati nell'analisi in base alla durata del trattamento.

La valutazione ha riguardato l’87.5% ( 421 su 481 ) dei pazienti dello studio originale randomizzato e controllato.

Risultati favorevoli sono stati osservati in 143 pazienti su 192 ( 74.5% ) che avevano ricevuto Delamanid per un tempo di 6 mesi o superiore, rispetto a 126 pazienti su 229 ( 55% ) che avevano ricevuto Delamanid per 2 mesi o meno.

La mortalità è stata ridotta all’1.0% tra quelli trattati a lungo termine con Delamanid rispetto a quelli che avevano ricevuto il farmaco per un breve periodo o che non avevano assunto Delamanid ( 8.3%; p inferiore a 0.001 ).

Il beneficio del trattamento è stato anche osservato tra i pazienti con tubercolosi estensivamente resistente ai farmaci.

Questa analisi suggerisce che il trattamento con Delamanid per 6 mesi in combinazione con un regime di base ottimizzato, è in grado di migliorare gli esiti e di ridurre la mortalità tra i pazienti con tubercolosi sia multi-resistente sia ampiamente resistente ai farmaci. ( Xagena  )

Skripconoka V et al, Eur Respir J 2013; 41: 1393-1400

Xagena_Medicina_2013



Indietro

Headlines

Un gruppo di ricercatori ha scoperto come l’utilizzo di una particolare forma di radioterapia impiegata per la cura dei tumori del polmone in stadio iniziale, la radioterapia stereotassica, possa esse ...


Sono stati presentati i dati clinici e di sicurezza di Osimertinib ( Tagrisso ) per il trattamento dei pazienti con malattia leptomeningea, una complicanza del tumore al polmone non-a-piccole cellule ...


La Commissione Europea ( CE ) ha autorizzato la commercializzazione di Giotrif ( Afatinib ) come terapia per i pazienti con carcinoma del polmone a cellule squamose ( SqCC ) avanzato e in progressione ...


In occasione dell’European Lung Cancer Conference ( ELCC ) 2016 sono stati presentati i nuovi dati di fase I con un follow-up più lungo, relativi a Osimertinib ( Tagrisso ) nei pazienti con tumore al ...


Un nuovo studio ha mostrato che i livelli degli eosinofili, una categoria di globuli bianchi del sangue, permettono di identificare i pazienti con BPCO ( broncopneumopatia cronica ostruttiva ) che pos ...


La Commissione Europea ( CE ) ha approvato Ofev ( Nintedanib ) per il trattamento della fibrosi polmonare idiopatica ( FPI ). L’approvazione si basa sui risultati degli studi gemelli di fase III INPUL ...